Area Riservata Soci
Roma, 26 Aprile 2016: Nasce G.U.I.D.A.

Roma, 2 maggio 2016 - Promuovere la ricerca, le attività culturali e la formazione ma soprattutto fare chiarezza sugli ... Leggi tutto

Roma, 8 Luglio 2016: Corporate Introduction

Nasce G.U.I.D.A., prima società scientifica in Italia per la gestione interdisciplinare del dolore muscolo-scheletrico e dell'... Leggi tutto

Federazione per le Malattie Reumatiche

Il Prof. Iolascon , direttore esecutivo di SI-GUIDA ha partecipato alla riunione intersocietaria, tenutasi a Roma il 29 Aprile, che aveva... Leggi tutto

Federazione per le Malattie Reumatiche

Roma, 8 Luglio 2016: Corporate Introduction

Roma, 26 Aprile 2016: Nasce G.U.I.D.A.

NEWSLETTER 22 ANNO 2018: IL RUOLO DEL SISTEMA SIMPATICO NEL DOLORE DELL’ALGODISTROFIA E NEL METABOLISMO OSSEO: UNA MATASSA DA SBRIGLIARE

EVENTO PATROCINATO SI GUIDA

NEWS LETTER 21 ANNO 2018: CONGRESSI REGIONALI G.U.I.D.A. 2018

NEWS LETTER 20 ANNO 2018: RISCHIO INFETTIVO POST OPERATORIO E PRECEDENTI INIEZIONI INTRA ARTICOLARI

NEWSLETTER 19 ANNO 2018: IL TRATTAMENTO RIABILITATIVO DELL ALGODISTROFIA

V CONGRESSO NAZIONALE GISOOS

103° Congresso della Società italiana di Ortopedia e traumatologia (SIOT)

Diciottesima edizione del “World Congress On Osteoporosis, Osteoarthritis And Musculoskeletal Diseases”: successodel Simposio sulla Complex Regional Pain Syndrome.

NEWSLETTER 18 ANNO 2018: SURVEY SI GUIDA

NEWSLETTER 17 ANNO 2018: UPDATE AD UN ANNO DAL I CONGRESSO NAZIONALE SI GUIDA

LA VISCOSUPPLEMENTAZIONE È UN TRATTAMENTO CICLICO

NEWSLETTER 16 ANNO 2018 : ASPETTI MEDICO LEGALI IN TERAPIA INFILTRATIVA DAL CONSENSO INFORMATO ALLA RESPONSABILITÀ PROFESSIONALE

ANALOGIE E DIFFERENZE NELLA PATOGENESI DEL DOLORE TRA VARIE FORME DI LOMBALGIA E FIBROMIALGIA

Newsletter 15 anno 2018: L’interdisciplinarietà la vera forza del SI GUIDA

CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN AGOPUNTURA E TERAPIE COMPLEMENTARI NELLA RIABILITAZIONE DEL DOLORE MUSCOLO SCHELETRICO

Neswletter 14 anno 2017: È necessaria una nuova classificazione del dolore cronico?

Come misurare il dolore?

Evento Patrocinato Società Italiana G.U.I.D.A.

Newsletter 13 anno 2017: Terapia infiltrativa intra articolare

La FDA approva l’utilizzo dello stimolatore spinale per la gestione del dolore cronico refrattario

Newsletter 12 Anno 2017: La terapia infiltrativa intra articolare e la riabilitazione: un binomio vincente

Prevalenza del dolore neuropatico in pazienti con Lombalgia

Evento Patrocinato Società Italiana G.U.I.D.A.

DIFFERENTE TRASMISSIONE DEL DOLORE NELLE VARIE FORME DI LOMBALGIA

Newsletter 11 Anno 2017 L’Algodistrofia è una malattia rara?

Efficacia dello Yoga nel trattamento della lombalgia cronica

Newsletter 10 Anno 2017 Diagnosi differenziale del dolore

A COSA È DOVUTO L’EFFETTO DELLA DULOXETINA NELLA LOMBALGIA CRONICA?

Newsletter 9 Anno 2017 Territorialità e interdisciplinarietà della Società Italiana G.U.I.D.A.

Perchè è così difficile capire se l’agopuntura funziona effettivamente

Evento Patrocinato Società Italiana G.U.I.D.A.

Dubbi sulla efficacia della meniscectomia artroscopica parziale nel trattamento del dolore

Persistenza dell’uso di oppioidi dopo chirurgia di anca o di ginocchio

Evento Patrocinato Società Italiana G.U.I.D.A.

Evento Patrocinato Società Italiana G.U.I.D.A.

Update dall’FDA sull’uso nei bambini e nelle donne in gravidanza di codeina e tramadolo

Newsletter 8 - Anno 2017 - Congresso Società Italiana G.U.I.D.A. 2017 – output del Congresso

Newsletter 7 - Anno 2017 - La gestione del paziente con dolore: dalla fisiopatologia alla clinica

Newsletter 6 - Anno 2017 - Raccomandazioni della ACP sulla cura della lombalgia

I CONGRESSO NAZIONALE G.U.I.DA NAPOLI 9/11 MARZO 2017

Avvelenamento da oppioidi in età pediatrica: allerta dall’American Medical Association

Efficacia della vertebroplastica nella riduzione del dolore nelle fratture vertebrali da fragilità

Newsletter 5 - Anno 2016 - Società Italiana G.U.I.D.A. : Nuove Progettualità

Il Dolore nel cinema

Confronto oppioidi paracetamolo FANS

Newsletter 4 - Anno 2016 - I Congresso Nazionale Società Italiana G.U.I.D.A.

Ricerca Bibliografica

Newletter 3 - Anno 2016 - Il dolore muscoloscheletrico: una overview

Ricerca Bibliografica

Oppiodi, il rovescio della medaglia: dipendenza ed effetti correlati

Newsletter 2 - Anno 2016 - Algodistrofia: storia di un nome

Il dolore nell arte

Studio di efficacia e sicurezza su Aceclofenac e Diclofenac

Dolore e artrosi del ginocchio: come trattarlo

Newslette 1 - Anno 2016 - Presentazione Società Italiana G.U.I.D.A.

Dolore in gravidanza

Prevalenza del dolore cronico in UK

La fondazione: parlano il Presidente e il Direttore Esecutivo

Fibromialgia: la causa dei dolori misteriosi

Sigarette elettroniche, sicure ma aiutano poco a smettere

La qualità del sonno anche questione di cibo e peso

Colesterolo, uno studio rivaluta quello cattivo:

Oppiodi, il rovescio della medaglia: dipendenza ed effetti correlati

I benefici della terapia con oppioidi sono noti da molti anni. Anche tutto ciò che riguarda l’uso illecito degli oppioidi, inclusa l’eroina, è oggetto di approfondite analisi non solo mediche, ma anche sociali.

Recentemente però si pone l’attenzione all’uso/abuso di questi farmaci prescritti in maniera impropria, talvolta anche utilizzati senza prescrizione medica. Il problema nasce dall’incremento esponenziale di quella che può essere definita “patologia dell’uso improprio dell’oppioide”. Negli USA 4 milioni di persone fanno uso di oppioidi fuori prescrizione medica, mentre 3 milioni di persone nella stessa popolazione e 16 milioni nel mondo soffrono o hanno sofferto nella loro vita di disordini correlati al loro uso. Si stimano circa 17000 morti all’anno a causa dell’abuso di oppioidi, con la perdita di 11 milioni di anni di vita ed un aumento delle disabilità associate.

Un recente studio condotto dal Dipartimento di Psichiatria della “University of California, San Diego” ha affrontato Il problema legato all’abuso di queste sostanze focalizzando l’attenzione sia sull’aspetto sintomatologico, che ha come manifestazione più grave la sindrome d’astinenza, sia sulla complicata gestione a lungo termine di questi pazienti.

L’uso di questi farmaci è estremamente diffuso; ciò è dovuto non solo ad una impropria prescrizione medica ma anche ad una assunzione autonoma e ingiustificata da parte dei pazienti che ha portato ad un aumento esponenziale nella segnalazione di effetti collaterali.

Le sostanze più frequentemente prescritte sono i derivati della papaverina, come morfina codeina e simili, usati principalmente nel controllo del dolore, ma anche nel trattamento della tosse e della diarrea. Essi possono causare euforia, sedazione e dipendenza tale da portare il paziente a continuare ad assumerli nonostante le complicanze.

Una delle conseguenze più gravi correlate all’abuso di oppioidi è la sindrome di astinenza. I criteri diagnostici proposti dal DMS-V comprendono la necessità di aumento della dose, il persistente desiderio dell’uso di oppioidi, l’utilizzo in condizioni rischiose come la guida, l’interferenza nella vita quotidiana e la continua assunzione nonostante la sintomatologia. Essa si manifesta con una pletora di segni e sintomi: aumento della frequenza cardiaca, sudorazione profusa, insonnia, midriasi, dolori muscolo-scheletrici, rinorrea, disturbi gastrointestinali, tremori, ansia, irritabilità, piloerezione.

Il trattamento dei sintomi acuti della sindrome d’astinenza può migliorare lo stato di salute del paziente e facilitare la loro partecipazione ai programmi riabilitativi. Essa consiste sostanzialmente nell’utilizzo di farmaci sintomatici, in particolar modo gli agonisti α2 adrenergici (clonidina o tizanidina) per l’ansia, le benzodiazepine per l’insonnia, la loperamide per i sintomi gastrointestinali, FANS o naprossene per i dolori generalizzati. Per il trattamento del craving, invece,  i due farmaci più utilizzati sono il metadone e la buprenorfina, antagonisti del recettore degli oppioidi, assunti rispettivamente per via orale e sublinguale. La loro efficacia risulta comparabile, sebbene la buprenorfina sia associata a minor sedazione e depressione respiratoria. Tuttavia questo approccio deve essere completato con un programma di riabilitazione cognitivo-comportamentale a lungo termine, che intervenga sull’aspetto motivazionale ed emotivo del paziente, con lo scopo di minimizzare le recidive.

Schuckit MA. Treatment of Opioid-Use Disorders. N Engl J Med. 2016 Jul 28;375(4):357-68.

http://www.nejm.org/doi/pdf/10.1056/NEJMra1604339

 

Marco Paoletta

Iscriviti alla Newsletter

Card image cap

Presidente Umberto Tarantino

Presidente della Società G.U.I.D.A. Professore Ordinario di Malattie Apparato Locomotore Coordinatore della Scuola di Specializzazione in Ortopedia e Traumatologia.

Dettagli

Card image cap

Direttore Esecutivo Giovanni Iolascon

Direttore Esecutivo della Società G.U.I.D.A. Professore di Medicina Fisica e Riabilitativa Seconda Università di Napoli.

Dettagli

Card image cap

Past President Ombretta Di Munno

Past President della Società G.U.I.D.A. Direttore della Scuola di Specializzazione di Reumatologia, Università di Pisa.

Dettagli
Card image cap

Giulia Letizia Mauro

Professore Ordinario di Medicina Fisica e Riabilitativa - Primario dell'U.O.C. di "Riabilitazione" - A.O.U.P. "Paolo Giaccone" di Palermo

Dettagli
Card image cap

Gerolamo Bianchi

Direttore del Dipartimento Apparato Locomotore della Azienda Sanitaria Genovese.

Dettagli
Card image cap

Biagio Moretti

Policlinico Universitario di Bari, Università degli Studi di Bari A.O.

Dettagli

Sede legale:
Via di Poggio, 48 - Lucca

Presidente:
Ombretta Di Munno

Direttore Esecutivo:
Giovanni Iolascon

Segreteria Organizzativa

Tel.: (+39) 06 9448887

Fax: (+39) 06 89281786

Email: myevent@si-guida.it