Area Riservata Soci
Roma, 26 Aprile 2016: Nasce G.U.I.D.A.

Roma, 2 maggio 2016 - Promuovere la ricerca, le attività culturali e la formazione ma soprattutto fare chiarezza sugli ... Leggi tutto

Roma, 8 Luglio 2016: Corporate Introduction

Nasce G.U.I.D.A., prima società scientifica in Italia per la gestione interdisciplinare del dolore muscolo-scheletrico e dell'... Leggi tutto

Federazione per le Malattie Reumatiche

Il Prof. Iolascon , direttore esecutivo di SI-GUIDA ha partecipato alla riunione intersocietaria, tenutasi a Roma il 29 Aprile, che aveva... Leggi tutto

Federazione per le Malattie Reumatiche

Roma, 8 Luglio 2016: Corporate Introduction

Roma, 26 Aprile 2016: Nasce G.U.I.D.A.

NEWSLETTER 22 ANNO 2018: IL RUOLO DEL SISTEMA SIMPATICO NEL DOLORE DELL’ALGODISTROFIA E NEL METABOLISMO OSSEO: UNA MATASSA DA SBRIGLIARE

EVENTO PATROCINATO SI GUIDA

NEWS LETTER 21 ANNO 2018: CONGRESSI REGIONALI G.U.I.D.A. 2018

NEWS LETTER 20 ANNO 2018: RISCHIO INFETTIVO POST OPERATORIO E PRECEDENTI INIEZIONI INTRA ARTICOLARI

NEWSLETTER 19 ANNO 2018: IL TRATTAMENTO RIABILITATIVO DELL ALGODISTROFIA

V CONGRESSO NAZIONALE GISOOS

103° Congresso della Società italiana di Ortopedia e traumatologia (SIOT)

Diciottesima edizione del “World Congress On Osteoporosis, Osteoarthritis And Musculoskeletal Diseases”: successodel Simposio sulla Complex Regional Pain Syndrome.

NEWSLETTER 18 ANNO 2018: SURVEY SI GUIDA

NEWSLETTER 17 ANNO 2018: UPDATE AD UN ANNO DAL I CONGRESSO NAZIONALE SI GUIDA

LA VISCOSUPPLEMENTAZIONE È UN TRATTAMENTO CICLICO

NEWSLETTER 16 ANNO 2018 : ASPETTI MEDICO LEGALI IN TERAPIA INFILTRATIVA DAL CONSENSO INFORMATO ALLA RESPONSABILITÀ PROFESSIONALE

ANALOGIE E DIFFERENZE NELLA PATOGENESI DEL DOLORE TRA VARIE FORME DI LOMBALGIA E FIBROMIALGIA

Newsletter 15 anno 2018: L’interdisciplinarietà la vera forza del SI GUIDA

CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN AGOPUNTURA E TERAPIE COMPLEMENTARI NELLA RIABILITAZIONE DEL DOLORE MUSCOLO SCHELETRICO

Neswletter 14 anno 2017: È necessaria una nuova classificazione del dolore cronico?

Come misurare il dolore?

Evento Patrocinato Società Italiana G.U.I.D.A.

Newsletter 13 anno 2017: Terapia infiltrativa intra articolare

La FDA approva l’utilizzo dello stimolatore spinale per la gestione del dolore cronico refrattario

Newsletter 12 Anno 2017: La terapia infiltrativa intra articolare e la riabilitazione: un binomio vincente

Prevalenza del dolore neuropatico in pazienti con Lombalgia

Evento Patrocinato Società Italiana G.U.I.D.A.

DIFFERENTE TRASMISSIONE DEL DOLORE NELLE VARIE FORME DI LOMBALGIA

Newsletter 11 Anno 2017 L’Algodistrofia è una malattia rara?

Efficacia dello Yoga nel trattamento della lombalgia cronica

Newsletter 10 Anno 2017 Diagnosi differenziale del dolore

A COSA È DOVUTO L’EFFETTO DELLA DULOXETINA NELLA LOMBALGIA CRONICA?

Newsletter 9 Anno 2017 Territorialità e interdisciplinarietà della Società Italiana G.U.I.D.A.

Perchè è così difficile capire se l’agopuntura funziona effettivamente

Evento Patrocinato Società Italiana G.U.I.D.A.

Dubbi sulla efficacia della meniscectomia artroscopica parziale nel trattamento del dolore

Persistenza dell’uso di oppioidi dopo chirurgia di anca o di ginocchio

Evento Patrocinato Società Italiana G.U.I.D.A.

Evento Patrocinato Società Italiana G.U.I.D.A.

Update dall’FDA sull’uso nei bambini e nelle donne in gravidanza di codeina e tramadolo

Newsletter 8 - Anno 2017 - Congresso Società Italiana G.U.I.D.A. 2017 – output del Congresso

Newsletter 7 - Anno 2017 - La gestione del paziente con dolore: dalla fisiopatologia alla clinica

Newsletter 6 - Anno 2017 - Raccomandazioni della ACP sulla cura della lombalgia

I CONGRESSO NAZIONALE G.U.I.DA NAPOLI 9/11 MARZO 2017

Avvelenamento da oppioidi in età pediatrica: allerta dall’American Medical Association

Efficacia della vertebroplastica nella riduzione del dolore nelle fratture vertebrali da fragilità

Newsletter 5 - Anno 2016 - Società Italiana G.U.I.D.A. : Nuove Progettualità

Il Dolore nel cinema

Confronto oppioidi paracetamolo FANS

Newsletter 4 - Anno 2016 - I Congresso Nazionale Società Italiana G.U.I.D.A.

Ricerca Bibliografica

Newletter 3 - Anno 2016 - Il dolore muscoloscheletrico: una overview

Ricerca Bibliografica

Oppiodi, il rovescio della medaglia: dipendenza ed effetti correlati

Newsletter 2 - Anno 2016 - Algodistrofia: storia di un nome

Il dolore nell arte

Studio di efficacia e sicurezza su Aceclofenac e Diclofenac

Dolore e artrosi del ginocchio: come trattarlo

Newslette 1 - Anno 2016 - Presentazione Società Italiana G.U.I.D.A.

Dolore in gravidanza

Prevalenza del dolore cronico in UK

La fondazione: parlano il Presidente e il Direttore Esecutivo

Fibromialgia: la causa dei dolori misteriosi

Sigarette elettroniche, sicure ma aiutano poco a smettere

La qualità del sonno anche questione di cibo e peso

Colesterolo, uno studio rivaluta quello cattivo:

Newsletter 15 anno 2018: L’interdisciplinarietà la vera forza del SI GUIDA

La gestione della salute e della malattia richiede un approccio integrato di varie competenze e specialità. Tipicamente il lavoro in team viene distinto in multidisciplinare ed interdisciplinare. Molto spesso i due termini vengono utilizzati in maniera indifferenziata. In realtà esiste una sostanziale differenza tra multidisciplinarietà ed interdisciplinarietà. Nel team multidisciplinare ogni membro utilizza la propria esperienza per raggiungere obiettivi individuali di cura. Al contrario nell’approccio interdisciplinare si utilizzano contemporaneamente le esperienze e le capacità dei componenti per raggiungere obiettivi condivisi. La nostra società ha come mission fondamentale la diffusione della pratica dell’approccio interdisciplinare nel trattamento del dolore muscolo-scheletrico. La gestione del dolore ha da sempre un ruolo centrale nel managementcomplessivo del paziente.L’International Association for the Study of Pain (IASP) lo definisce come “un’esperienza sensoriale ed emozionale spiacevole associata a danno tissutale, in atto o potenziale, o descritta in termini di danno”.Nonostante esso rappresentila manifestazionedi una condizione patologica che può interessare l’aspetto sia fisico che mentale, non sempre è possibile ricondurre il dolore ad un unico processo fisiopatologico. Pertanto l’approccio bio-medico del dolore classicamente utilizzato deve considerarsi insufficiente perla comprensione e la risoluzione completa di tale sintomo e il miglioramento della condizione del paziente.Il modello bio-psico-sociale proposto da Engel negli anni ‘80 e ripreso dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) suggerisce la realizzazione di un approccio olistico al paziente includendo tutti gli aspetti che lo caratterizzanocon lo scopo di programmare interventi terapeutici mirati.D’altro canto, alla luce dei numerosi avanzamenti della medicina, le competenze richieste per attuare tale approccio non possono essere concentrate in un unico, pur preparato, professionista. Pertanto al giorno d’oggi una strategia che garantisca la migliore gestione del paziente non può prescindere da un lavoro d’equipe interdisciplinare che includa figure professionali in grado di interagire e intervenire sui propri ambiti di competenza e metterli a disposizione del team per il benessere del paziente.Questo concetto è ancora più validose si parla di dolore muscolo-scheletrico, condizione patologica trasversale che può essere ricondotta ad entità nosologiche talvolta anchelontane tra loro. Purtroppo si fa ancora fatica a far decollare questo tipo di sistema sia per motivi organizzativi che per loscarso sviluppo di una cultura al lavoro in team. In primis è necessario uniformare la valutazione del dolore muscolo-scheletrico mediante l’utilizzo di scale scientificamente comprovate di tipo unidimensionale, più immediate e di più facile comprensione per il paziente, e multidimensionali, più complesse ma che permettono di indagare l’influenza del dolore sulle attività della vita quotidiana.Un primo passo è stato fatto con la Legge 38/2010 Art 7con cui in Italia è fatto obbligo per tutti gli operatori sanitari della rilevazione in cartella clinica del dolore indicando con precisione entità, caratteristiche, evoluzione del dolore, farmaci analgesici utilizzati e il loro effetto, ma tanto ancora c’è da fare per sviluppare percorsi diagnostici interdisciplinari. Come oramai noto, la nostra società scientificaha come mission la gestione unificata e integrata del dolore muscoloscheletrico e dell’algodistrofia derivante dall’approccio interdisciplinare di tre figure specialistiche, quella del Fisiatra, dell’Ortopedico e del Reumatologo. In termini operativi la nostra società ha supportato la creazione di collaborazioni interdisciplinari tra queste tre figure in quasi tutte le regioni italiane, dove è stata creata una sezione della SI-GUIDA. Durante l’anno che è appena cominciato, proporremo delle iniziative culturali e assistenziali che vedano la realizzazione pratica dell’interdisciplinarietà che possano aiutare nel management appropriato del paziente con dolore muscolo-scheletrico. Perfezionare l’appropriatezza del trattamento del dolore muscolo-scheletrico, con la giusta combinazione tra terapie farmacologiche e non farmacologiche, pertanto permette di raggiungere risultati migliori non solo in termini di qualità di vita del paziente ma anche dal punto di vista socio-economico contenendo lo spreco di risorse.

Prof. Giovanni Iolascon

Iscriviti alla Newsletter

Card image cap

Presidente Umberto Tarantino

Presidente della Società G.U.I.D.A. Professore Ordinario di Malattie Apparato Locomotore Coordinatore della Scuola di Specializzazione in Ortopedia e Traumatologia.

Dettagli

Card image cap

Direttore Esecutivo Giovanni Iolascon

Direttore Esecutivo della Società G.U.I.D.A. Professore di Medicina Fisica e Riabilitativa Seconda Università di Napoli.

Dettagli

Card image cap

Past President Ombretta Di Munno

Past President della Società G.U.I.D.A. Direttore della Scuola di Specializzazione di Reumatologia, Università di Pisa.

Dettagli
Card image cap

Giulia Letizia Mauro

Professore Ordinario di Medicina Fisica e Riabilitativa - Primario dell'U.O.C. di "Riabilitazione" - A.O.U.P. "Paolo Giaccone" di Palermo

Dettagli
Card image cap

Gerolamo Bianchi

Direttore del Dipartimento Apparato Locomotore della Azienda Sanitaria Genovese.

Dettagli
Card image cap

Biagio Moretti

Policlinico Universitario di Bari, Università degli Studi di Bari A.O.

Dettagli

Sede legale:
Via di Poggio, 48 - Lucca

Presidente:
Ombretta Di Munno

Direttore Esecutivo:
Giovanni Iolascon

Segreteria Organizzativa

Tel.: (+39) 06 9448887

Fax: (+39) 06 89281786

Email: myevent@si-guida.it